Finanziamento

Crowdfunding

Introduzione al crowdfunding

Nell'odierno panorama delle startup oltre agli incubatori come BP Cube, ai coworking per chi ha bisogno di spazi di lavoro, agli angel investor che finanziano direttamente una startup, si affaccia il crowdfunding come raccolta di capitale di rischio attraverso la Rete.
Il crowdfunding consiste infatti in una ricerca autonoma dei mezzi di finanziamento e di eventuali soci finanziatori tramite piattaforme digitali ad hoc progettate. È una soluzione di finanziamento alternativa che consente di raccogliere piccoli finanziamenti tramite il web rivolgendosi ad un pubblico potenzialmente illimitato, predisponendo meccanismi di “ricompensa” e nel caso specifico dell’equity crowdfunding, azioni o profitti della società. Il compito delle startup è perciò di catturare l’attenzione dei piccoli investitori oltre che di quelli più grandi.

Come funziona una piattaforma di crowdfunding

I portali di crowdfunding presentano agli utenti e agli investitori le startup seguite, tramite apposite schede informative e anche attraverso strumenti multimediali quali immagini e video-pitch.
L’obiettivo principale di questi portali è garantire l’incontro tra aspiranti start upper, le loro idee e gli investitori, i quali possono decidere di investire in una startup in presenza della massima trasparenza e chiarezza informativa.

 

Cosa cambia per le startup dopo il regolamento della Consob

Il 12 luglio 2013 la Consob ha pubblicato il regolamento in materia di "Raccolta di capitali di rischio da parte di imprese start-up innovative tramite portali on-line"(equity crowdfunding). L’Italia è così il primo Paese europeo ad adottare un pacchetto di norme che consente alle startup innovative di reperire capitali tramite il supporto della Rete, che apre ad un bacino più ampio di investitori. Secondo questo regolamento sono ammessi due possibili ritorni economici:

  • azioni della società, caso in cui l'investitore che rileva parte della nuova società o detiene i diritti di un progetto;
  • il guadagno proveniente da una quota delle entrate o dei profitti generati dalla startup.

 

Dall'altra parte, chi gestisce portali di crowdfunding deve soddisfare dei requisiti particolari di affidabilità e qualità del servizio, come richiesto dalla Consob, che prevede l’iscrizione ad un registro ad hoc istituito.
Inoltre posso esercitare operazioni di raccolta di capitali anche le banche e le imprese di investimento (Sim) già autorizzate alla prestazione di servizi di investimento.

 

 

BP Cube - Sede legale: Viale  Oberdan 46, 61034 Fossombrone (PU) | P.iva 02511150415 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.   Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.  BP Cube - Sede Operativa: Via degli Abeti 100/106, 61122 Pesaro PU +39 0721.25466

Newsletter

Inserisci la tua mail per ricevere le Newsletter

JoomShaper